lunedì 28 marzo 2016

REVIEW #6: Die For Me!

Ciao a tutti, oggi siamo qui per fare la recensione di Die For Me di Amy Plum.
Spero che vi piaccia! :)

●COPERTINA:


●TITOLO: Die For Me
●AUTORE: Amy Plum
●PREZZO: 14,90€
●PAGINE: 409
●CASA EDITRICE: DeAgostini
●TRAMA: Mi chiamo Kate, ho sedici anni e ho visto morire i miei genitori in un terribile incidente d'auto. Da quel momento niente è più stato come prima. All'improvviso, mi sono ritrovata con il cuore infranto e la vita impacchettata in una valigia, costretta a lasciare tutto per trasferirmi a casa dei miei nonni. A Parigi.
E lì ho incontrato Vincent. Bello, misterioso e spaventosamente affascinante, Vincent Delacroix è apparso dal nulla e ha sconvolto il mio mondo.
Di nuovo.
Perché Vincent non è un ragazzo come gli altri. Dietro ai suoi occhi blu come il mare si nasconde un segreto che affonda le radici nella notte dei tempi. Un segreto che lo costringe a mettere in pericolo la sua vita ogni giorno, per sempre.
Così, proprio ora che le cose sembrano andare finalmente per il verso giusto, mi trovo davanti a una scelta difficilissima: devo proteggere ciò che ancora rimane della mia esistenza - e della mia famiglia - oppure rischiare tutto... per un amore impossibile?
●RECENSIONE: Okay, okay. So che dalla trama può sembrare uno di quei libri super banali, ma non è così. L'ho trovato tutto tranne che banale, anzi, certe cose proprio non me le aspettavo! L'unica cosa che mi fa troppo divertire è il fatto che alla protagonista, ogni volta che vede Vincent, al suo cuore manca sempre un battito. IN CONTINUAZIONE. Ma vabbè a parte questo l'ho trovato un bel libro! Lo stile di scrittura di Amy Plum è veramente scorrevole e proprio per questo la storia è molto scorrevole, questo è uno di quei libri che si legge in pochissimo tempo.
All'inizio ho trovato la storia un po' così, ma dalla comparsa di Vincent è andata per il verso giusto. La Plum è riuscita a tenermi incollata alle pagine con il misterioso e affascinante Vincent Delacroix (*heart eyes*). E quando si viene a scoprire chi è veramente e perché fa quello che fa, la storia ingrana ulteriormente. Entriamo completamente nel mondo di Vincent e i segreti vengono svelati.
I personaggi per la maggior parte mi sono piaciuti molto, a parte Kate che a volte sembrava abbastanza stupida. :')
Vincent lo amo alla follia, ma purtroppo non è il mio personaggio preferito, nonostante sia maledettamente affascinante (e così simile a Will Herondale *sigh*)! *^*
Jules, il mio personaggio preferito. Come si fa a non amarlo?
Charlotte, il mio personaggio femminile preferito. adoro il suo modo di fare!
Charles è l'unico che proprio non mi va giù. 
Kate nel complesso mi è piaciuta, ma a volte avevo voglia di tirarle qualche secchio d'acqua per svegliarla un po'! :')
Georgia, la sorella di Kate, mi sta simpatica, ma non è chissà che cosa. 
Detto questo, vi consiglio questo libro se avete voglia di una lettura bella ma allo stesso tempo leggera! Non vedo l'ora di leggere il seguito!
●VALUTAZIONE: 4/5

La recensione è finita! Alla prossima! :)

venerdì 25 marzo 2016

REVIEW #5: Half Wild!

Ciao a tutti, oggi siamo qui per fare la recensione di Half Wild di Sally Green.
ATTENZIONE: Questa recensione potrebbe contenere spoiler (in fatto di trama) per chi non ha letto Half Bad. Siete avvisati!
Ma iniziamo! :)


●COPERTINA:


●TITOLO: Half Wild
●AUTORE: Sally Green
●PREZZO: 15,00€
●PAGINE: 412
●CASA EDITRICE: Rizzoli
●TRAMA: Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. per contrastarli nasce un'Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco.
Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perchè liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell'amico Gabriel?
Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L'Alleanza sarà il temibile pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell'uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan.
●RECENSIONE: WOW! THIS BOOK. Dal primo è stato fatto un salto di qualità allucinante. Se Half Bad non vi ha convinto pienamente, questo invece vi soddisferà appieno!

Lo stile di scrittura, come nel primo, è molto scorrevole e questa volta trovo che i personaggi siano caratterizzati molto bene, specialmente Nathan. Amo il modo in cui si approccia al suo dono e le sensazioni che prova. 

Questo è uno di quei libri che si legge tutto ad un fiato, uno di quelli che non riesci mai a mettere giù perché vuoi sapere come va a finire! La storia si evolve continuamente, è piena di colpi di scena.
Passiamo ai personaggi:
Nathan: diciamo che è cambiato tanto, gli avvenimenti l'hanno cambiato tanto e poi vediamo finalmente il suo dono. Come ho detto prima, adoro il modo in cui si approccia ad esso e le sensazioni che prova. Sally Green le descrive perfettamente! A volte riuscivo a sentire anche io quelle sensazioni.
Annalise: ma quanto posso odiarla? Se prima non mi faceva alcun effetto beh, ora la odio con tutto il mio cuore. Menomale che Nathan si è accorto che è solo una bimba.
Marcus: *starts crying*
Gabriel: ma quanto lo posso amare? ALTRO CHE ANNALISE. C'è sempre per Nathan, qualsiasi cosa gli serva. POI LORO DUE SONO OTP.
Non vi starò a dire altro sui personaggi perché, per la maggior parte, li trovo irritanti, tranne qualcuno. :') (good)
Comunque non vedo l'ora di vedere come continua la storia! HO BISOGNO DI HALF LOST! **
●VALUTAZIONE: 5/5

La recensione finisce qui! A presto! (si spera)